Main Menù

Close

Fiera & Festival delle Foreste

14th - 15th September 2019

Fiera & Festival delle Foreste – a trade fair and Forest Festival will be held on Saturday 14th and Sunday 15th September 2019. It is the first edition of a high technical and technological event showcasing everything related to forests, to the processing and use of woods in the aftermath of the so called Vaia Storm that devastated the mountain territory of the Veneto region and neighbouring areas.

Logo Fiera e Festival delle Foreste
  • 15.000 expected visitors

  • 15.000 smq. exhibition area

The topics that will be addressed will cover all sectors related to forests and wood. The public agency Veneto Agricolutura and other industry associations will collaborate in the organisation of the event.

The event will take place in Longarone (Belluno) -a strategic position in terms of market potential- and is aimed in particular in mountain and hill areas throughout Italy, acknowledging that there is an huge and yet unexpressed potential for market development.

The protect that Longarone Fiere proposes includes both a forest related Trade Fair and a Forest Festival. The Festival, with its specific format, offers a rich set of cultural events, meetings, conferences, guided tours, courses and workshops that will provide a common framework and a single strong communication strategy to support the entire event.

 

To request an exhibition space [Scarica il listino costi / Scarica la richiesta di partecipaizone] and/or contact:

Event Manager

Silva Mazzucco 0437-577527 | fiera@longaronefiere.it

OPENING HOURS

Professional visitors and general public

Opening hours: Saturday and Sunday 9.00 – 18.00 h

Admission 7.00 euro, reduced price 5.00 euro

If you want to stay in this territory you can take advantage of the wide range of offers by which you can satisfy both working needs and tourist ones.

If you like naturalist itineraries you should know that Longarone is near to Belluno Dolomites National Park located in the south of the Belluno province, to which you can arrive by the main cities of Belluno and Feltre. In the National Park of the Dolomites of Friuli there is an high level of “wilderness” of valleys whose landscape is characterised by the lack of wide streets, the shortage of residential areas and the abundance of high rock summits. The key element of these Parks is the “biodiversity” (large number of floristic and faunal elements), facilitated by the considerable difference in height, the specific geographical position and the climate.

So find out the beauty of the Belluno Dolomites and Val Belluna area.

 

Book your stay on:

www.infodolomiti.it

Agenda 2019

When: Saturday, 14th September and Sunday, 15th September 2019
Opening hours: Saturday and Sunday 9.00 – 18.00 h

14

Settembre

Sabato

Cerimonia di inaugurazione e convegno di apertura

Longarone Fiere Dolomiti

10-13

Ingresso - SALA C

Tema 2019 – “La tempesta Vaia: un’occasione per ripensare la pianificazione e la gestione forestale nella montagna veneta” Ore 10.00 - Taglio del nastro e giro d’onore in fiera Ore 10.15 - Saluti delle Autorità. Ore 11.00 – 12.30 – Parte tecnica, spazio per alcuni approfondimenti tematici, legati dal filo conduttore del “che fare” davanti alle grandi questioni aperte dopo Vaia: • Presentazione della Fiera e del Festiva (Gian Angelo Bellati – Presidente Longarone Fiere Dolomiti) • La questione forestale nei piccoli comuni montani, prima e dopo Vaia (Leandro Grones - Sindaco di Livinallongo del Col di Lana) • La situazione a quasi un anno da Vaia (Massimo Bortoluzzi – Consigliere provinciale con delega alla Protezione Civile e alla Difesa del Suolo) • Dopo la tempesta Vaia: le sfide da affrontare (Prof. Raffaele Cavalli, Direttore Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-forestali – TeSAF, Università degli Studi di Padova) • Le sistemazioni idraulico-forestali: strumento di tutela del territorio montano in occasione di eventi eccezionali (Prof. Vincenzo D’Agostino - TeSAF, Università degli Studi di Padova) • La ricostruzione dei boschi danneggiati: un compromesso tra le esigenze della società e le logiche di pianificazione (Emanuele Lingua e Tommaso Sitzia – TeSAF, Università degli Studi di Padova) • Gli interventi economico-finanziari per le zone colpite (Gianluca Fregolent – Direzione Agroambiente, caccia e pesca della Regione del Veneto) • La pianificazione delle aree percorse dalla tempesta Vaia: un’opportunità per i territori della montagna veneta (Nicola Dell’Acqua - Regione Veneto) • Multifunzionalità del patrimonio forestale: nuove prospettive dopo la tempesta Vaia (Claudia Scarzanella – Membro del Tavolo Filiera Legno al Ministero delle politiche agricole e forestali) • Ore 12.30 – 12.45 – Conclusione di Alessandra Stefani, Direttore Generale del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, sui Decreti attuativi della Legge Forestale e le emergenze post Vaia.

Convegno "L’istruzione forestale in Italia"

Rete Italiana Scuole Forestali - Capofila Istituto Agrario “A. Della Lucia” di Feltre

9-10

SALA A

• Saluto del Dirigente UAT Belluno dott. De Bastiani Gianni • La storia dell'istruzione forestale in Italia: dai mestieri della montagna alla formazione di filiera prof. Vincenzo Gonnelli (IIS Camaiti – Pieve di Santo Stefano AR) e prof. Flavio De Bin (IIS Della Lucia – Feltre BL) docenti scuole forestali. • Prospettive e problematiche dell'istruzione forestale statale in Italia Dirigente Scolastico Ezio Busetto Presidente nazionale rete scuole forestali italiane • L'istruzione forestale per l'alta qualificazione e nelle università prof Tommaso Anfodillo Presidente Consiglio Corso di Studi aggregato Tecnologie Forestali e Ambientali e Scienze Forestali e Ambientali

Workshop “Energia dalle biomasse forestali: certificazione, sostenibilità, qualità dell’aria e buone pratiche”

AIEL/CIA/Confagricoltura

14-16

SALA B

Workshop "Gestione integrata dei corsi d’acqua a scala di bacino: vegetazione e sedimenti tra manutenzione ordinaria e interventi post-alluvione"

CIRF - Centro Italiano per la Riqualificazione Fluviale

14-16

SALA C

• Gestione idromorfologica e servizi ecosistemici:approccio e casi studio del progetto HyMoCARES - Andrea Goltara (CIRF) • Il materiale legnoso fluviale tra qualità ambientale e pericolosità idraulica: evidenze scientifiche e falsi miti - Francesco Comiti (Libera Università di Bolzano) • Manutenzione della vegetazione lungo i corsi d’acqua:come adattare le modalità gestionali in funzione del contesto. L’esperienza del LIFE TEN - Giuliano Trentini (BIOS_IS) • Mitigazione del rischio di alluvioni e riqualificazione fluviale:gli interventi realizzati dalla Provincia Autonoma di Bolzano - Sandro Gius - Nicola Marangoni (Provincia Autonoma di Bolzano)

Workshop "Che impresa! Nuova vita per il legno delle Dolomiti"

A cura di C.F.S - Centro per la Formazione e la Sicurezza di Belluno

14-15

Sala A

• Presentazione finalità, obiettivi, attività previste e partner del progetto. Focus sull’innovatività e la sinergia con le imprese e il territorio. Certottica scrl • Illustrazione dell’iniziativa regionale “Scuola Innovativa” (Dgr 301 anno 2019) e del progetto con capofila CFS: “Sperimentare metodologie collaborative nel processo costruttivo integrato – Linea 2” - CFS - Centro per la Formazione e la Sicurezza di Belluno • Domande e interazione con i partecipanti

Workshop “Nuove prospettive per la vivaistica forestale tra ecologia, genetica e biodiversità” e presentazione del progetto “Marchio piantaNativa”

Veneto Agricoltura

14-16

Centro Congressi

• Saluti e introduzione ai lavori • L’ultimo passaggio della filiera vivaistica: piante legnose ed erbacee per la biodiversità e il paesaggio - Tommaso Sitzia, Dipartimento TESAF Università di Padova • Aspetti genetici nella produzione e utilizzo del materiale forestale di moltiplicazione - Silvio Oggioni, European Forest Genetic Resources Programme (EUFORGEN) - European Forest Institute (EFI) • Presentazione del progetto “Marchio piantaNativa” - Roberto Fiorentin, Veneto Agricoltura e Alessandro Rossato, ISEVEN SERVIZI s.c.

Convegno "Territori ed Enti locali verso le Olimpiadi. La sfida delle terre di mezzo e il nuovo rapporto città-montagna"

A cura di UNCEM

15-18

Sala A

Un’occasione di approfondimento sulle positive ricadute delle Olimpiadi invernali del 2026 che interesseranno le Regioni del Veneto, della Lombardia e del Trentino-Alto Adige. Interverranno: Giuliano Vantaggi, direttore del DMO (Destination Management Organization) Dolomiti Ennio Vigne, Presidente Uncem Veneto e Presidente del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi. Agli interventi seguirà dibatto con le conclusioni di Marco Bussone, Presidente di Uncem Nazionale e coordinatore dell’incontro. L’INIZIATIVA È APERTA A TUTTI GLI AMMINISTRATORI DEI COMUNI MONTANI E AGLI OPERATORI SPORTIVO-ECONOMICO-TURISTICI INTERESSATI DALLE OLIMPIADI INVERNALI DEL 2026

Workshop "La certificazione forestale dei prodotti non legnosi"

Federforeste/Coldiretti BL

16-18

Sala C

ALESSANDRO RUDATIS: Vantaggi del fare gruppo nella certificazione forestale ANTONIO BRUNORI: La certificazione forestale dei prodotti non legnosi PIERO TORCHIO: I consorzi forestali per la multifunzionalità e biodiversità Moderatore: MICHELE NENZWORKSHOP

Workshop Presentazione del progetto “La montagna viva. Dalla tempesta VAIA a nuove opportunità di sviluppo sostenibile in Dolomiti”

Fondazione Angelini

16-18

SALA B

VIDEO

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER di Fiera & Festival delle Foreste

  • Longarone Fiere srl utilizzerà le informazioni fornite in questo modulo per essere in contatto con te e per fornirti aggiornamenti sulle sue iniziative. Per favore, clicca sulle caselle sottostanti per segnalarci cosa ti interessa:
  • Puoi cambiare idea in qualsiasi momento facendo clic sul link di cancellazione che trovi in fondo ad ogni email che ricevi da noi o scrivendo a stampa@longaronefiere.it. Tratteremo le tue informazioni con rispetto. Cliccando qui sotto, accetti che possiamo elaborare le tue informazioni in conformità con la normativa sulla privacy.
  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.

PARTNER

Logo Veneto Agricoltura

Fondazione Dolomiti-Sostenitore-IT-600